Biografia

Nasce a Mainz in Germania nell’ottobre del 1967. Intraprende la carriera artistica prima con il Liceo Artistico, poi con l’Accademia di Belle Arti ottenendo i massimi risultati. Frequenta la bottega del Maestro d’Arte Savino Coppolella in arte SACO, dove affina lo spirito artistico e le doti pittoriche. Nel 1991 diventa professore di Disegno e Storia dell’Arte. Ha partecipato a rassegne di pittura regionali e nazionali di alto livello, distinguendosi ed ottenendo ottime critiche. Artista eclettico e dinamico si specializza in computer grafica e diventa Grafico Multimediale, 3D e Web Designer. Nel 1996 lavora come grafico presso ConSud – Centro Servizi Beni Culturali di Barletta. Nel 1997 lavora per i progetti Comunitari “Horizon” e “YouthStart” per conto EnAIP.

Gianni Spadavecchia è un artista dalla solida formazione, un disegnatore eccellente, uno sperimentatore dalla creatività multiforme. Nelle sue opere si materializzano i sogni dell’uomo, le sue paure, angosce. Nascono così immagini inquietanti, caratterizzate da un dinamismo sorprendente. Creature ibride, dai tratti antropomorfi, appaiono, in scorci molto arditi e inconsueti, da fondali che vorticosamente le fagocitano o da cui sembrano venir fuori a fatica trascinando parte della stessa materia che le ha generate.
I forti contrasti cromatici e chiaroscurali dell’opera grafico-pittorica si traducono poi plasticamente in forme lavorate con immediatezza, per impressione, che coinvolgono, ancora una volta, emotivamente lo spettatore e lo rendono interlocutore silente, del dramma che si sta compiendo.

Prof.ssa  I. Palmisano

L’artista Gianni Spadavecchia propone immagini che non consentono la ricostruzione di un senso preciso e univoco e che si caratterizzano per la potenza e la suggestione visionaria, talora espressamente onirica. L’artista ascolta ciò che l’inconscio ha dettato, ascolta il profondo ed organizza il dato psichico in una tecnica compositiva che ha richiami espressionisti dei primi del novecento. Questi facendo ricorso a modalità stilistiche talvolta esasperate e deformate, suscita nel pubblico intensi effetti emotivi diventando espressione di una ribellione alle certezze e al materialismo borghese.

Prof.ssa M.A. Caccavo

I premi, le mostre e le opere più importanti.

Premio Nazionale Natiolum
Premio speciale per la pittura.
XIII Rassegna d’arte contemporanea
2014 – Giovinazzo • visita la mostra


Casale San Nicola
Scultura monumentale in pietra di lecce.
2010 – Bisceglie.
vedi l’opera


Casale San Nicola
Progettazione del grande portale medioevale ligneo.
2009 – Bisceglie.


COMUNI_CANDO
Prima rassegna d’arte contemporanea.
Galleria Palazzo Antonelli
Con il patrocinio del Comune di Rutigliano
12 – 21 Settembre 2008 – Rutigliano • visita la mostra


36 Artisti  in mostra
Galleria Sala dei Templari
2ª rassegna d’arte
Febbraio 2006 – Molfetta.


Gli abissi dell’anima
1ª rassegna d’arte contemporanea
Museo di Storia Naturale nel roof garden:
” Jardin d’histoire”
1 – 31 Dicembre 2005 – Milano • visita la mostra


Trani film festival 2004 V Edizione
Rassegna di cinema e arte con spazi espositivi nel castello.
25 – 29 Luglio 2004 – Castello Svevo, Trani.


Pala d’Altare
“Annunciazione” e “Tre Santi”
Olio su tela, cm 250 x 300 – 2001
Commissione di Arte Sacra diocesi di Molfetta
Chiesa S.S. Immacolata, Giovinazzo


Disegno e progettazione dell’altare maggiore in travertino.
1992 – Chiesa di San Francesco
Giovinazzo (BA)


1º premio Estemporanea Nazionale di Pittura di Troia
Agosto 1989
Troia (Foggia).


Collettiva di pittura, Istituto Vittorio Emanuele II
Agosto 1988
Giovinazzo.


2º premio Estemporanea Nazionale di Pittura di Troia
Agosto 1987
Castelluccio Valmaggiore (Foggia) .


Collettiva “Arte  Sacra” Santuario Madonna dei Martiri
Settembre 1985
Molfetta.


Mostra Nazionale di Pittura: “Torre Ripagnola”
Luglio 1985
Polignano a Mare (Bari).


1º premio Concorso “Cultura Sportiva in Bari”
Circolo Fiamma
Aprile 1985
Bari.


1º premio Concorso Grafico “Caterpillar”
Azienda: “Maia”
Dicembre 1984
Bari.


1º premio Estemporanea Nazionale di Pittura
Agosto 1984
Castelluccio Valmaggiore (Foggia).